FONDAZIONE

Con l’iscrizione nel Registro delle persone Giuridiche della Prefettura di Asti, avvenuta il 18 maggio u.s., Fondazione Asti Musei, già Fondazione Palazzo Mazzetti, ha dato avvio alla propria attività con l’obiettivo di giungere ad un sistema museale integrato.

Il progetto, condiviso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e dal Comune di Asti ha lo scopo di addivenire ad una maggior razionalizzazione delle risorse e al poter proporre un’offerta museale qualitativamente migliore ed efficace.

Con l’ingresso nella Fondazione Asti Musei, il Comune di Asti, con la sottoscrizione di apposita convenzione, mette a disposizione i propri edifici museali e beni culturali quali Cripta e Museo di Sant’Anastasio, Palazzo Alfieri, Torre Troiana, Domus Romana e Battistero di San Pietro, siti, peraltro, già inseriti nella convenzione in essere tra il Comune di Asti e la Fondazione Palazzo Mazzetti per la realizzazione del progetto “Asti Città Museo: servizi e strutture per una maggiore accessibilità”. Attualmente è possibile visitare suddetti siti con l’acquisto presso Palazzo Mazzetti dello smarticket.

L’avvio di un nuovo corso per la città Asti è attestato dalla mostra “Chagall. Colore e magia” (Palazzo Mazzetti, dal 27 settembre 2018 al 3 febbraio 2019), un grande progetto che rappresenta il punto di partenza di un’importante collaborazione tra le Istituzioni del territorio.

Per scaricare lo statuto, cliccare qui